Il pesce: proprietà nutrizionali e ricetta.. Filetti di nasello con vellutata di carote e Curry.

02.05.2020

Il pesce è una fonte di proteine animali quindi costituisce un secondo piatto oppure un condimento di pasta o riso.

(a cura della Dr.ssa Maria Cristiana Fiorentino, Biologa Nutrizionista e Counselor Nutrizionale)

Sarebbe opportuno consumare pesce almeno due volte alla settimana. Una porzione corrisponde a 150 grammi di pesce fresco o surgelato, compresi anche molluschi e crostacei. Nel caso di pesce conservato (sott'olio - in salamoia - affumicato) la porzione scende a 50 grammi.

Il contenuto proteico tra le varie specie di pesce è sovrapponibile mentre ci sono delle differenze rispetto al contenuto di grassi, minerali e vitamine. Ad esempio:

- Corvina e Scorfano hanno un alto contenuto di Ferro;

- Alici e Calamaro hanno un alto contenuto di Calcio;

-Sardina, Polpo e Seppia hanno un alto contenuto di Zinco;

-Alici e Sgombro hanno un alto contenuto di Vitamina D e di grassi essenziali omega-3.

È preferibile usare il pesce fresco ma è possibile consumare pesce conservato in freezer con la specifica che il pesce azzurro è più deperibile, in quanto i grassi contenuti tendono all'irrancidimento. La qualità nutrizionale del pesce allevato invece è connessa alla tipologia d'allevamento.

Spesso sentiamo parlare di pesce azzurro per il suo ricco contenuto di omega 3, antinfiammatori naturali, i pesco che ne sono ricchi sono:

Sardine, Sgombri, Palamite, Alici, Maccarelli, Suri, Lampughe, sono tutti indicati come pesce azzurro che rappresenta categorie merceologica e non una specie definita scientificamente. Sono pesci che vengono pescati nel Mar Mediterraneo (non vengono allevati), caratterizzati da una colorazione tendente al blu, o all'azzurro, sul dorso del corpo e all'argento sul ventre.

Ma è corretto mangiare sempre lo stesso pesce?

La cosa migliore è variare il più possibile seguendo la stagionalità della pesca. In questo modo avrai la possibilità di attingere a nutrienti diversi a seconda della varietà di pesce consumato. Altro fattore da non sottovalutare è la monotonia alimentare: mangiare sempre lo stesso pesce ti porterà a diminuirne il consumo perché chiunque, prima o poi, si stanca di avere in bocca lo stesso sapore!

Ricetta

FILETTI DI NASELLO CON VELLUTATA DI CAROTE E CURRY

Ingredienti per 2 persone:

-4 filetti di nasello (va bene qualsiasi filetto di pesce, fesco o surgelato);

-3 carote;

-un trito di porro;

-3 cucchiai di latte vegetale o vaccino;

-curry q.b.;

-sale q.b;

-lamelle di mandorle (opzionale);

PROCEDIMENTO

1. Saltare le carote con un soffrittino di porro, poi coprire con acqua e coperchio e continuare la cottura

2. Nel frattempo cuocere in una padella leggermente unta i filetti di nasello per qualche minuto, fino a farli dorare leggermente su entrambi i lati

3. Quando le carote saranno morbide aggiungere il curry, un pizzico di sale e far insaporire un paio di minuti, successivamente unire il latte. Spegnere il fuoco e frullare fino ad ottenere una bella crema

4. Impiattare con un paio di mestoli di vellutata, adagiarvi sopra i filetti di pesce, aggiungere un filo d'olio e infine guarnire con delle lamelle di mandorle leggermente tostate!

Dottoressa Maria Cristiana Fiorentino

Biologa Nutrizionista e Counselor Nutrizionale