PIANTE SPONTANEE E NON SOLO

 Alcuni principi attivi delle piante, possono interferire o inibire alcune terapie medicinali o ancora, possono risultare dannose in presenza di determinate malattie o allergie. sopratutto in presenza di talune malattie, il medico curante dovrà essere sempre conoscenza di eventuali trattamenti fitoterapici in corso; essi vanno intesi sempre come complementari alla terapia medicinale e non sostitutivi.